Opinioni marconi

Pubblicato il 19 Maggio, 2016 | da bolognain

2

La metropolitana e il People Mover ci sono già, ma…

Guardate una cartina di Bologna: tutto un intreccio di linee ferroviarie che la raggiungono e la attraversano. Una di queste sfiora il Marconi!

Lo spunto di ennesima riflessione lo dà una lettera pubblicata dal Corriere di Bologna riguardante le migliorie possibili al Passante di mezzo. In buona sostanza il lettore, contrario a qualsiasi intervento per il traffico su gomma, sostiene che:

  1. Le due alternative di Passante farebbero diminuire di percentuali di poco minori del 10% il traffico autostradale;
  2. Bisognerebbe invece cercare il sostegno reale della Città Metropolitana e della Regione sull’implementazione e sul miglioramente del Servizio Ferroviario Metropolitano e per questo esistono già accordi presi con FS e Ministero dei Trasporti;
  3. Questi accordi riguardano il ripristino di binari dedicati in Stazione Centrale, 4 linee passanti, il collegamento con la Fiera e frequenze di 30 minuti nelle ore di punta, che si riducono a 15 nelle aree più interne;
  4. Dagli studi preparatori a tali accordi risultava che almeno 70.000 dei 150.000 spostamenti automobilistici al giorno potevano confluire sul ferro e che questa cifra riguarderebbe in prevalenza i pendolari che nelle ore di punta intasano la tangenziale e non solo, si pensi alle vie d’accesso rappresentate dalla Porrettana, dalla Bazzanese, dalla San Vitale ecc.
  5. Bisognerebbe prevedere anche una Stazione Aeroporto.

A questo proposito invito a guardare una cartina di Bologna dall’alto, meglio se una di quelle con foto dall’alto che si trovano facilmente in rete e zoomare sul tratto finale di Via della Salute, che corre a lungo di fianco al Marconi e a sua volta è parallela ad un tratto ferroviario già esistente. Dunque, visto che lo spazio c’è, perché non prevedere l’utilizzo di quel tratto, dalla Stazione Centrale al Marconi, con il solo costo di uno svincolo di poche centinaia di metri? Le considerazione più scontate sono: sarebbe di facile e veloce costruzione, non avrebbe impatto ambientale, costerebbe molto di meno. Ecco, chissà forse è proprio l’ultimo motivo a indirizzare verso altre situazioni più vantaggiose, ma per chi lo si può solo sospettare.

Franco Montorro

Opinioni

19 Maggio 2016

www.bolognain.info

marconi

Tags: , , , , ,


Autore



2 Commenti su La metropolitana e il People Mover ci sono già, ma…

  1. Gianluca scrive:

    La stazione ferroviaria più vicina è quella del Bargellino, alla fine della pista di atterraggio. Dista 5,5 KM dal terminal dell’aeroporto, a meno che non si voglia attraversare la pista di atterraggio, idea balzana, allorchè in linea d’aria diventano circa la metà. Eh si, da Google Map sembra così vicino…

  2. Daniela Valdiserra scrive:

    Ho letto il suo articolo interessante. Faccio parte del comitato No People Mover e conosco bene la situazione del SFM e della Stazione Aeroporto la quale, al grezzo, esiste già.

    Nelle varie fasi di completamento del SFM, però, il Comune di Bologna ha “dimenticato” l’esistenza di quella stazione arrivando addirittura a cambiarne il nome. Completare quella stazione costerebbe qualche milione di euro e costituirebbe una opera integrata nel sistema trasportistico bolognese. Il People Mover nelle previsioni costerà circa 130 milioni (soldi pubblici perché nessun privato si è fatto avanti) e sarà un’opera a sé stante.

    Quindi la stazione più vicina per ora è quella del Bargellino, ma solo perché non hanno completato quella Aeroporto che disterebbe poche centinaia di metri dall’aerostazione (come il PM del resto, perchè nemmeno la nuova monorotaia entrerà dentro alla aerostazione a causa di servitù militari).

    Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna Su, ↑