Notice: La funzione WP_Scripts::localize è stata richiamata in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /public_html/wp-includes/functions.php on line 5831

Notice: Undefined index: src in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/header-options.php on line 163
Bolognain - Dentro la Città


Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 51

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 52

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 53

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 54

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 55

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 56

Warning: A non-numeric value encountered in /public_html/wp-content/themes/themeforest-2415788-gonzo-clean-responsive-wp-magazine/gonzo/single.php on line 57
Cultura

Pubblicato il 27 Ottobre, 2015 | da bolognain

0

Santa Cecilia, chi la conosce?

Cultura

C’è un Raffaello nella Pinacoteca. Un dipinto risalente al 1515. Ma parlarne di più per promuovere la città sembra proibito

Altre città che espongono un dipinto di Cimabue e tre sculture di Michelangelo avrebbero giocato questi assi sul tavolo della promozione turistica. Bologna no, chi di dovere sembra infischiarsene e chi ci rimette sono la città, i cittadini e i turisti. Nella Pinacoteca Nazionale in Via delle Belle Arti c’è il dipinto ad olio su tavola noto come “L’estasi di Santa Cecilia” di Raffaello, opera del genio di Urbino che pare l’abbia realizzata esattamente 500 anni fa, fra il 1515 e il 1516 e figuriamoci se qualcuno di istituzionale celebrerà mai l’evento. E’ ritenuta uno dei lavori più innovativi nella storia della pittura italiana, fonte di ispirazione per numerosi artisti successivi a Raffaello e anche al non esperto d’arte è un quadro che provoca sensazioni e suggestioni forti, oltre al nome dell’artista che lo ha realizzato.
Ma un arguto ex dirigente dell’Ascom, negoziante di fama nel centro di Bologna, una volta mi disse: «Prova a fare il turista e a chiedere in una qualsiasi attività commerciale vicino a Piazza Maggiore dov’è la Pinacoteca. La maggior parte andrà a fare una ricerca sull’elenco del telefono».

E’ passato qualche anno, oggi la farebbe su internet ma la sostanza non cambia e riguarda una realtà che a qualcuno darà fastidio e che negherà: Bologna non è, e chissà se sarà mai, una città (anche) a vocazione turistica. Da fuori va bene che vengano i mordi e fuggi delle fiere, manifestazioni peraltro in sofferente declino, e i più stabilizzati studenti fuori sede, che però dopo aver pagato la retta e l’affitto di soldi da spendere in luoghi pubblici ne hanno pochini e come diceva quell’ex ministro di un governo di pochi anni fa, con la cultura non si mangia e questo sembra essere il desolante riassunto di chi gestisce la questione a Bologna. magari mangia, ma tiene tutti gli altri a digiuno; magari preferisce chi pasteggia a champagne e caviale dimenticando il più redditizio, anche se semplice, pane e salame.

Franco Montorro

27 ottobre 2015

www.bolognain.info

Raffaello-Santa-Cecilia

Tags: , , , ,


Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna Su, ↑